Blog

Ascoltare la voce del corpo – La ruota di Medicina

Inviato da:

Se ti piace, condividi!
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Spesso la voce del corpo viene soffocata. Il corpo ti parla, ti guida, ti indica la strada.

Anche se se ne parla tanto, tutti noi siamo stati educati a non ascoltarlo, a trattarlo quasi come un molesto grillo parlante. Eppure…

 

Sentire la voce del corpo

Leggendo i libri di psicosomatica e di simbologia del corpo, si apprendono tutti gli schemi elaborati dagli esperti, per aiutare ognuno di noi a comprendere il perchè nascosto dietro i sintomi del corpo fisico.

Alcuni fanno riferimento all’agopuntura, altri ai chakra, altri direttamente ad organi fisici ed emozioni. Su ogni testo, in ogni metodo, troviamo un piccolo tassello che spiega i motivi celati dietro il dolore.

Ma siamo davvero tutti uguali?

Ogni essere umano è un diario. Il diario della storia della sua famiglia, degli antenati, il diario della sua stessa vita. E possiamo pensare che esista una versione univoca che identifica tutti allo stesso modo?

 

Chiudere i libri ed ascoltare

Alla fine di tutto, la risposta è dentro di noi. Possiamo leggere qualunque significato, ma sarà sempre la visione di un altro. Nessuno è in grado di conoscere noi stessi meglio di noi.

Con questo non rinnego le diverse scuole di pensiero e le indicazioni che posso reperire sui libri. Tutto è utile, tutto è un orientamento. Ma alla fine della fiera, ci siamo solo il mio corpo ed io.

Se vuoi davvero sentire la voce del corpo, chiudi tutti i libri, fai silenzio dentro di te ed ASCOLTA.

Ascolta quei messaggi, quei “campanellini”, quelle sensazioni che metti sempre da parte per dare spazio alle valutazioni della mente (quante volte hai detto “eh se avessi dato retta alle mie impressioni”…?)

 

La mia storia in breve

Quando sono nata, il mio corpo non ha preso l’arrivo sulla terra nel migliore dei modi. Diciamo che avrebbe preferito fare altro.

Il primo ostacolo è stato usare le gambe. Sono rimasta immobilizzata con un cuscino per molto tempo, a causa di una displasia all’anca: una malformazione congenita che poteva farmi crescere con una gamba più corta. Tutta la mia vita sarebbe stata diversa.

Per questo i miei genitori, consigliati dall’ortopedico, mi hanno portata ad imparare a danzare fin da quando ero molto piccola. La danza era il mio mondo magico, quello dove potevo essere qualsiasi cosa: la mia libertà.

Immagina una bambina piccola e vivace, costretta ad imparare delle posizioni (diciamocelo) del tutto innaturali. Ma ha funzionato: il mio corpo ha danzato.

Si è liberato dal blocco, le gambe sono cresciute entrambe allo stesso modo. Ora sono ben salde e radicate sulla terra. Il corpo ha trovato la sua via per superare gli ostacoli.

Nessuna mente avrebbe pututo fare meglio: il corpo sa.

 

Leggi anche
Corso di meditazione corporea - 10 lezioni

 

Gli adulti hanno paura del proprio corpo

Poi si cresce. E ci insegnano che il corpo è brutto, va nascosto, non deve provare nulla (soprattutto il piacere), che dare spazio al corpo ci priva della spiritualità… e soprattutto che ogni nostro problema parte dalla mente.

E’ vero, per carità. Ma perchè dare alla testa tutta questa importanza? Se ha creato lei il problema siamo così sicuri che sia anche in grado di risolverlo?

Tante paure svaniscono quando entriamo nel corpo fisico e lo liberiamo dalle costrizioni.

Molti malesseri nascono dall’ansia, dalle paure, dalle opinioni sbagliate su noi stessi… Per spezzare questa catena di pensieri negativi: muoviti. Niente altro.

Danza, scuotiti, agitati, scalcia, rotolati sul pavimento, piangi, ridi a crepapelle.… lascia che il tuo corpo esprima quello che provi. Una volta manifestato, il problema si rimpicciolisce.

 

Ti faccio l’esempio con un mio esercizio.

Dopo tanti anni di danza, ora sono vicina ai 50 e da quasi 20 anni non mi alleno più. Questa mattina ho superato la pigrizia, la paura, e (perchè no?) la vergogna, e ho danzato davanti al cellulare in modalità video. Alla fine non osavo nemmeno guardare cosa era uscito.

…Noi precisini non siamo mai soddisfatti.

Ebbene, qualche spezzone di video lo condivido qui. Perchè oggi il mio corpo ha parlato. Ha avuto spazio per esprimersi, per dire qualcosa. E nonostante mi aspettassi di essere totalmente inchiodata, invece mi sono divertita. E soprattutto mi sono EMOZIONATA.

Io ho potuto usare la danza perchè la conosco, ma non è indispensabile. Basta spegnere il cervello.

Clicca sul link qui sotto ed accederai al video.

VIDEO

 

Oggi ho sentito la voce del corpo. Il mio corpo. Non capitava da molto tempo.

Per questo ti invito a praticare questa forma di guarigione che gli sciamani hanno sempre considerato una porta per comunicare con gli spiriti: scuotiti. Non sentirti stupido. Scuotiti. Anche se ti senti agile come una lavatrice, non ci pensare e fallo lo stesso.

Quello è il linguaggio del tuo corpo: lascialo parlare. Lascia che racconti la tua storia.

Buona danza!

 

ps: se un domani vuoi imparare bene a meditare  anche in movimento, puoi contattarmi per la formazione.

 

[woo_product_slider id=”12895″]
0

Circa l'autore:

L'interesse per le discipline naturali è nato per eredità familiare: farne il mio lavoro è stato un "fuori programma", un mix che ha unito la passione per questi metodi e la natura di scrittrice. La spada giapponese mi trasmette la forza e la determinazione per non cedere alla pigrizia, ma sono le giornate di sole vento a caricarmi le batterie alla grande. Adoro fare formazione sia in aula sia a distanza, perchè imparo ogni giorno qualcosa di nuovo che arricchisce l'esperienza. Per questo un corso, anche se si ripete, non è mai totalmente identico al precedente.
Contact slider
close slider
    Trattamento dei dati personali sul sito. I tuoi dati vengono gestiti secondo quanto indicato nella nostra privacy policy. Per consultarlaclicca sul link in basso nel menu.
error: Questo contenuto è protetto da copia!