Come aumentare l’autostima e realizzarti : cambia il tuo qui e ora

, ,
aumentare autostima e realizzarsi

Pensi di dover aumentare l’autostima per realizzarti nella vita? Potresti scoprire che non è così. L’autostima non è ciò che ti consente di realizzare i tuoi progetti, ma la conseguenza del lavoro “mirato” ed “ottimizzato”. Ne parlo in questo articolo.

 

Il racconto di Mariagrazia e della sua necessità di autostima

Mariagrazia è una giovane donna di 30 anni, con il talento della scultura e la passione per i percorsi spirituali. E’ sposata con un uomo che la sostiene e la approva nei suoi interessi. Vorrebbe realizzarsi mettendo insieme questi due aspetti espressivi importanti. Da anni ci prova, ma purtroppo senza mai vedere risultati significativi.

E’ delusa, stanca, giunge alla conclusione che la causa di questo problema è la sua cronica mancanza di autostima. Così mi contatta, per chiedermi un metodo per aumentare l’autostima. E’ fiduciosa che, una volta risolto questo problema caratteriale, il suo lavoro, e dunque la sua vita personale, si metteranno a posto. Desidera talmente tanto portare a compimento questo progetto, che la sua delusione per non esserci ancora riuscita diventa un peso… e lei se lo porta dietro come una zavorra.

 

Sono in tanti ad essere nella sua situazione: “quando avrò aumentato la mia autostima, potrò finalmente realizzarmi.”
Essendoci passata, so bene quanto diventa faticosa la vita quotidiana, quando si ha l’errata impressione di non essere all’altezza del compito che si desidera portare a termine.

E’ un interminabile aspettare: di essere sufficientemente pronto, le circostanze adatte, la certezza di non sbagliare, ecc., cosa che non avverrà mai.

 

aumentare autostima 5

centratura in chiave taoista

 

Primi passi per liberare la tua essenza:

 

Un nemico in casa che ti impedisce di aumentare l’autostima

In questi momenti, diventi il peggior nemico di te stesso. Quando vivi questo stato d’animo, blocchi sistematicamente ogni crescita ed evoluzione, ti rigiri nei vecchi schemi con la speranza di vederli cambiare da soli… un loop che allontana tutti i possibili risultati positivi, quindi il tuo livello di autostima precipita pericolosamente in basso.

Qualcuno ritiene che la “cura” giusta per aumentare l’autostima è la visualizzazione, per attivare la Legge di Attrazione. Ore e ore ad attirare il bene, il successo, la salute, il denaro… Ma finora nessuno di quelli che conosco e che in momenti difficili si sono spremuti le meningi nel visualizzare, ha avuto risultati davvero decisivi nella sua vita. Solo piccole cose.

Quindi? E’ tutta una bufala e dobbiamo rassegnarci al fatto che qualcuno nasce con il marchio del “pulcino piccolo e nero”?

Ovviamente no, il problema infatti nasce dall’abitudine a vedere le cose al contrario. Esatto, al contrario! Infatti non è l’autostima a dare l’energia per realizzarsi, ma viceversa. Prosegui nella lettura per integrare meglio questo concetto.

 

Potrebbe interessarti anche: il mandato spirituale del cuore (compito di vita)

 

 

Esercizio pratico per verificare l’autostima

Spesso la tattica efficace è più vicina e semplice di quanto appare dall’esterno. Secondo il principio del rasoio di Occam, la soluzione più semplice risulta di frequente la più giusta. Qui la soluzione più semplice è: ribaltare le cose e osservarle dall’altro lato.

Cioè: non è il successo a dipendere dall’autostima, ma bensì viceversa. Sono i risultati positivi ad accrescere l’autostima e a richiamare altri risultati positivi.

Quindi non ti serve a nulla aspettare di aumentare l’autostima per cambiare in meglio la tua vita: tu cambierai in meglio la tua vita costruendo risultati che ti daranno stima e fiducia in te e nelle tue potenzialità.

Non sei convinto?

 

Facciamo un esperimento pratico

Ripensa ad un periodo in cui le cose ti andavano bene: può essere anche solo un breve momento in cui eri in vacanza, quando hai tenuto tuo figlio in braccio per la prima volta, ti sei laureato, hai incontrato l’amore della tua vita… non importa quale: scegli un momento perfetto che ricordi bene e che ancora ti emoziona.

Ritorna a quel momento e calati completamente nell’esperienza, fino a sentire quell’emozione in ogni cellula del tuo corpo.

Ora rispondi: ti senti inadeguato? Ti senti sfigato? Ti manca l’autostima? Provi senso di vuoto o di mancanza?
Immagino di no, stai semplicemente bene, con un senso di pienezza che ti fa sentire nel momento giusto, nel posto giusto.

 

Bene: tu stesso hai dimostrato che non sei affatto carente di autostima, oppure ti mancherebbe anche nei momenti “perfetti”. In verità nessuno ne è privo, si tratta solo di trovare il modo per viverla, per entrare in quello stato di coscienza attivo ed appagato, nel quale esprimi tutto te stesso. Infatti, per aumentare l’autostima devi solo dirigere meglio le tue azioni. 

 

 

aumentare l'autostima

lavora ogni giorno sviluppando le tue capacità con passione

 

Primi passi per liberare la tua essenza:

 

La visione dell’autostima secondo la Medicina Cinese

Nella visione taoista classica, l’essere umano compie un cammino di vita finalizzato, dal punto di vista evolutivo, a diventare ZHEN REN, cioè “essere umano completo”. Cosa vuol dire completo? Vuol dire perfettamente coerente con la propria natura. Si parla di “autocoltivazione”. 

In parole povere, sei nato con una serie di predisposizioni innate (talenti e capacità), che costituiscono gli strumenti per diventare una persona pienamente espressa, pienamente realizzata, ovvero pienamente felice. Solo che questi strumenti il più delle volte non li utilizzi, nel migliore dei casi vai per tentativi ma non centri il bersaglio.

L’educazione occidentale (sia in famiglia sia nella Scuola), è ancora molto distante dall’aiutare la persona a sviluppare ciò che è. Quasi sempre si limita a imprimere comportamenti, pensieri e predisposizioni voluti da “fuori”: la famiglia ti vuole così, il tuo capo ti vuole così, la tua maestra ti voleva così, il tuo partner ti vuole così…. ognuno vuole qualcosa da te, ma tutto questo non fa che isolarti dal contatto profondo con la tua essenza unica.

Quindi, in realtà, non occorre “aumentare l’autostima”, ma piuttosto togliere tutte le sovrastrutture e i condizionamenti applicati e stratificati sulla tua indole naturale. Solo così puoi avere accesso al tuo vero talento, da mettere in gioco nel mondo!

 

Scoprire le tue potenzialità

Anticamente, le persone “normali” come noi nascevano in una comunità piccola, nella quale, quasi sempre, i figli si limitavano a proseguire l’attività dei padri. Il contadino, l’allevatore, il fabbro, in qualche caso il commerciante, ecc… gli stimoli divergenti erano rarissimi, per la maggioranza delle persone non esistevano affatto.

Oggi, invece, gli stimoli e le spinte sono ridondanti. Quindi, capire cosa vuoi per davvero mentre sei sotto un bombardamento di bisogni indotti, è una vera sfida.

Man mano che osservi gli altri, magari TI SEMBRA che quello che fanno sia ideale, che loro siano persone di successo, che il loro mestiere sia speciale, che la loro coppia sia perfetta… così  a volte pensi che potresti imitarli. Niente di più sbagliato. Facendo così accumuli maschere su maschere, senza mai trovare la tua vera collocazione, il TUO POSTO.

Il modo per realizzare te stesso è SCOPRIRE CHI SEI. Quali sono i tuoi punti di forza? E quali quelli deboli su cui occorre lavorare? Quante sono le tue capacità?

Certo non è semplice, ma potresti fare un primo passo iniziando con questo, in modo da scremare le possibilità, selezionando gli aspetti che ti corrispondono di più. Se ritieni che un passaggio del genere possa aiutarti, puoi richiedere una seduta di BAZI cinese. 

 

 

Appassionati a ciò che fai e sii felice: ecco come puoi aumentare l’autostima

Se ci fai caso, sono le esperienze positive a generare in te quel senso di pienezza che chiami autostima. Un’esperienza positiva riempie il serbatoio di energia positiva, una negativa lo svuota un po’. Se le esperienze negative sono troppe, il serbatoio si secca.
Quindi come possiamo produrre esperienze positive e riempire il serbatoio dell’autostima? Anche qui la soluzione è semplice: cambia il modo di agire.

La situazione attuale, che ti piaccia o no, è frutto delle scelte; le scelte sono azioni nate delle convinzioni (giuste o sbagliate), che hai sulla vita. Fin quando prosegui nell’agire guidato dalle idee attuali, vedrai inevitabilmente gli stessi risultati materializzarsi davanti ai tuoi occhi.

 

Cambiare le scelte per aumentare l’autostima

Il modo per cambiare le scelte è permetterti di rimettere in discussione le convinzioni:  smetti di pensare che le cose “sono di sicuro così come le vedo”, perché se c’è una parte di noi che si inganna facilmente, questa è proprio la mente. E non si inganna solo quando pensa in negativo, ma anche quando cade in un pensiero “finto-positivo”, nel quale il bene è legato a parametri poco obiettivi.

Ripulisci le tue convinzioni, ripulisci il tuo spazio vitale e lascia emergere ciò che sei. I risultati arriveranno con certezza nella tua vita e aumentare l’autostima non sarà più un problema: devi solo smettere di aspettare e di immaginare, e finalmente iniziare ad agire. Agire, e costruire risultati positivi.

Il meglio di te non è domani, o fra un anno o fra cinque: è ciò che puoi dare ora.

 

Leggi anche:

“Cambiare se stessi” non è sempre la soluzione migliore.

 

LaRepubblica.it Scienze: Non basta pensare positivo,
per essere felici bisogna agire

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento