Blocco energetico e canali tendino-muscolari: la corazza

, , ,
blocco-energetico-1

Il blocco energetico nasce nel momento in cui l’energia interrompe il suo incessante moto rotatorio fra le forze yin e yang, che garantisce la continua trasformazione. Quindi, possiamo dire che un blocco energetico è l’interruzione del movimento trasformativo interno. Quando l’energia si blocca, avremo zone di eccesso e zone di carenza, che nel caso in cui non vengano risolte daranno origine, secondo quanto indicato dalla medicina cinese classica,  alla “malattia”.

Che cos’è l’energia vitale?

L’energia vitale, che spesso viene indicata (in modo sommario) con il termine Qi, è il fluido energetico che nutre i meridiani e costituisce la scorta da cui attingere nel momento in cui ci troviamo nella necessità di sostegno. Questo qi nasce dall’unione dei due aspetti principali necessari alla sopravvivenza, cioè RESPIRO ed ALIMENTAZIONE.

L’energia corretta del corpo Zheng Qi nasce, inoltre, dall’applicazione di quattro aspetti più “filosofici” che costituiscono la base dello stile di vita positivo, cioè quelle abitudini che garantiscono il continuo nutrimento della forza vitale: respiro, postura, intenzione, presenza nel qui ed ora.

Nei momenti in cui l’energia non scorre liberamente a causa di traumi fisici od emotivi, oppure il nostro stile di vita è errato,  prende forma via via un blocco energetico in un punto, dando origine al qi tossico Xie Qi, chiamato anche “qi demoniaco”.

 

Il blocco energetico e la corazza

Se ci troviamo in presenza di interruzioni del flusso vitale causato da situazioni di carattere emotivo, l’energia viene velocemente deviata verso alcune parti del corpo che si trovano sulla superficie. Con questo stratagemma il sistema emozionale cerca di utilizzare il corpo per proteggersi dal vissuto negativo, ovvero dalle aggressioni esterne.

L’origine di questo comportamento istintivo è l’evitamento di tutte le potenziali situazioni pericolose: l’emozione da cui parte, quindi, è la paura.

 

Nel podcast che segue puoi imparare a riconoscere tutte le forme della paura, il più potente blocco energetico, per poterle superare meglio. La puntata dura 1 ora e ti fornisce preziosi strumenti per la tua crescita personale. 

(l’articolo prosegue dopo il podcast)

 

 

CORSO SETTIMANALE DI DAO YIN: VISUALIZZA LA PAGINA DA QUI

 

Le emozioni (come insegna l’antico libro del Ling Shu), disturbano lo scorrimento del flusso vitale. Se vengono protratte a lungo il danno si stabilizza e diviene parte del carattere della persona, fino a penetrare nella “costituzione”, cioè nella struttura profonda della personalità, che determina la nascita del karma e condiziona il destino di vita (Ming).

Un blocco energetico importante per prima cosa ostacola l’equilibrio del Wei Qi, il qi difensivo che ha funzione di protezione a tutti i livelli.  Il Wei Qi scorre sulla superficie del corpo ed è collegato ad una serie di meridiani superficiali che si chiamano Canali Tendino-Muscolari.

 

L’energia vitale bloccata ed il percorso che svolge

I meridiani tendino-muscolari sono i responsabili dei cosiddetti disturbi psico-somatici, ovvero quei problemi che magari non sono ancora diventati vere e proprie malattie diagnosticabili dalla medicina, ma che rappresentano la prima espressione esterna del blocco energetico.

Per esempio, se ogni volta che mi trovo dal dottore il cuore inizia a battere all’impazzata e la pressione sanguigna sale, sono in presenza di una risposta psico-somatica del mio sistema emozionale.

Tra queste reazioni troviamo molti disturbi per cui, se andiamo dal medico, non troviamo evidenze riscontrabili dagli accertamenti: ad esempio alcune forme di mal di testa o di aumento della pressione arteriosa, molte forme di dolore muscolare, problemi di stomaco, allergie, ecc.

Prima di “scavare” e raggiungere un organo per generare una vera e propria malattia, il blocco energetico coinvolge i canali tendino-muscolari, determinando i cambiamenti di umore repentini, che sperimentiamo nelle diverse situazioni della vita. In questi momenti si manifesta uno stato d’animo, a cui tuttavia non sappiamo attribuire un’origine definita (ma in realtà l’origine c’è!).

Tutti questi sbalzi di umore sono attribuibili alle interferenze della mente condizionata e dell’ego, che in medicina cinese classica si chiamano “disturbi dello Shen”.

 

(l’articolo prosegue dopo la foto)

 

blocco-energetico-2

foto dal web

 

CORSO SETTIMANALE DI DAO YIN: VISUALIZZA LA PAGINA DA QUI

Trattare il blocco energetico attraverso il corpo

Il primo passo per iniziare a sciogliere i blocchi energetici che impediscono il flusso del qi è il riconoscimento: individuare il problema, cioè ammetterne l’esistenza, significa essere già a metà strada.

Quindi, per sbloccare la tua energia puoi cominciare con il prestare attenzione ai momenti in cui il blocco si manifesta, rilevando la tua reazione alle situazioni. Sicuramente c’è qualche aspetto che scatena una forma di paura, alla quale rispondi creando istintivamente uno “scudo” muscolare, che raduna tutto il Qi disponibile in quel punto togliendolo dalle altre aree.

Il respiro è la modalità privilegiata per intervenire sul blocco energetico, perché respirare aiuta a rilassare tutto il corpo e a generare nuova energia, per compensare quella mancante perché intrappolata.

Chi respira in modo “completo”, privilegiando la respirazione diaframmatica, invia energia al Dantian Inferiore, cambiando completamente l’umore (in meglio), ma anche cambiando il punto di vista da cui si osserva il problema. Tutto ciò che si osserva dal Primo Dantian appare molto meno pericoloso.

Quindi puoi utilizzare il respiro per allentare le tensioni psico-somatiche, ottenendo un immediato sollievo. Nel contempo, sulla lunga distanza, il consiglio è di praticare una tecnica corporea che ti permetta di agire in modo più profondo sul Wei Qi, per rilassarlo e renderlo meno “reattivo”.

Il Dao Yin Qi Gong per i blocchi psico-corporei

Il Dao Yin rappresenta la più antica forma di Qi Gong conosciuta. La sua azione “terapeutica” agisce prima di tutto sul dolore fisico e muscolare, che è uno dei sintomi più evidenti della chiusura energetica.

Di conseguenza agisce sul blocco energetico inviandogli aria e sangue (cioè ossigeno), attraverso il respiro sincronizzato con i movimenti di allungamento e torsione: ecco perché, anticamente, era la pratica utilizzata dai medici cinesi per ristabilire il benessere psico-corporeo in generale.

Il dao yin è indicato, dalla medicina cinese classica, come rimedio sia per i disturbi articolari o degli organi (in quanto i canali tendino-muscolari sono direttamente collegati ai meridiani principali), sia psicologici, come le forme di depressione o di astenia, ecc.

(l’articolo prosegue dopo la foto)

 

blocco-energetico-3

immagine dal web – blocco dell’energia

 

CORSO SETTIMANALE DI DAO YIN: VISUALIZZA LA PAGINA DA QUI

 

Le forme del dao yin sono principalmente basate su sequenze di estensioni e rotazioni del corpo, che presentano un’armonia di movimento superiore a tutti gli altri metodi di qi gong, infatti si usa anche la definizione “grande danza” per definire questo antico metodo di ginnastica medica.

La pratica del dao yin agisce in modo indiretto ma incisivo sul blocco energetico, in quanto il rilascio corporeo libera l’energia intrappolata, rimettendola in circolazione sotto forma di Zheng Qi.

 

La pratica del Dao Yin

Se desideri praticare con me il Dao Yin, per rilasciare gradualmente i tuoi blocchi energetici, puoi partecipare ai corsi in due modi:

In aula: ogni giovedì presso la Scuola Due Cieli di Collegno (To), conduco il corso dalle ore 18,30 alle 19,30

A distanza: puoi partecipare in diretta streaming alla lezione che si svolge in aula

Per informazioni scrivi all’indirizzo duecieliniten@gmail.com, oppure contatta il numero 011.4034056 ogni martedì e giovedì dalle ore 14,30 alle 18,15 oppure il mercoledì solo al mattino.

Se desideri diventare Insegnante: Vieni a scoprire il percorso triennale OPERATORE QI GONG

 

Leggi anche:

Eliminare i blocchi energetici: BLOCKAGE REMOVAL VIBRATION

La Ginnastica cinese. Qi gong, Nei gong, Dao yin

Significato di yin e yang, il simbolo della dualità e dell’unione

 

Avvertenza : i termini “terapeutico” e “medico” sono utilizzati esclusivamente nell’accezione energetica. Nulla di quanto scritto nell’articolo sostituisce il parere e l’operato dei Medici.