Esistono prove che il karma esiste-1

Prove che il karma esiste? Direi che ne abbiamo tante, infatti, facendo riferimento alla semplice cultura popolare, sappiamo che un vecchio detto recita che “ciò che fai ti torna indietro”. Questa è la spiegazione più semplice ed immediata di come funziona la legge del karma.

…A volte ritornano

Si dice che se non impari dal passato sarai costretto a riviverlo. Questo vale sia per chi crede nel ciclo delle vite e nella reincarnazione, sia per chi limita la sua visione alla vita attuale.

Quante volte hai avuto l’impressione di ripetere le stesse situazioni ancora e ancora, come un disco rotto? In realtà questo non è un’illusione: il nostro campo quantico attira le esperienze che sono compatibili con i dati registrati nelle memorie cellulari.

Non sono queste delle prove che il karma esiste?

E’ un fenomeno che si chiama RISONANZA VIBRAZIONALE: ovvero lo stesso che viene utilizzato con l’accordatura degli strumenti, usando come origine il diapason.

 

Trattamento: Energia del corpo: purificazione energetica – trattamento a distanza

 

Ecco perché la nostra vita continua a riproporre sempre gli stessi schemi, fin quando non risolviamo la questione. Tutto nasce da eventi che abbiamo vissuto e che hanno lasciato un segno profondo, a livello negativo, nelle nostre emozioni (come insegna l’epigenetica).

Tutto questo viene quasi sempre considerato una punizione, ma il problema permane proprio a causa di questa interpretazione errata: fin quando non lo trasformiamo in una lezione evolutiva, superando il blocco, l’evento tornerà a trovarci in una forma sempre più accentuata.

 

Esistono prove che il karma esiste-2

Le tre Moire: Cloto, Lachesi, Atropo

 

Le prove che il karma esiste sono scritte dentro i nostri meccanismi di relazione

Spesso pensiamo al karma solo come ad un concetto spirituale, ma in realtà la prova dell’esistenza della legge del karma è qualcosa di molto concreto.

Tutti i condizionamenti, gli schemi mentali e le memorie cellulari, hanno un modo ben preciso per manifestarsi: le nostre azioni. Questi diapason vibrazionali nascosti producono, ogni giorno, i pensieri che elaboriamo ed in seguito ai quali compiamo delle scelte.

 

Leggi anche: purificare il karma negativo

 

I motivi per cui mettiamo in relazione concetti e persone, dando enfasi ad alcuni ed ignorando gli altri, nascono da questi schemi nascosti che costituiscono il nostro karma.

Per chi si chiede se esistono prove che il karma esiste, riporto qui una piccola storia orientale:

Semini un pensiero, raccogli un’azione
semini un’azione, raccogli un’abitudine
semini un’abitudine, raccogli un carattere
semini un carattere, raccogli un DESTINO. 

 

Da dove arrivano i condizionamenti?

Tutti noi siamo un agglomerato di informazioni, come una scatola piena di foglietti per appunti, ammucchiati da secoli ed ormai dimenticati. Tutti questi foglietti rappresentano delle OPINIONI, nostre e/o di altri: la famiglia, noi stessi, i vicini, la società, i mass media, i nostri avi… ognuno dice la sua ed il nostro cervello registra.

Altri messaggi, invece, raccontano avvenimenti passati, ricordi di felicità, dolori, successi e sconfitte… Il taoismo stesso ci insegna che, attraverso il jing (l’energia ancestrale), un condizionamento passa da una generazione all’altra fin dal momento del concepimento.

 

Trattamento: Energia del corpo: purificazione energetica – trattamento a distanza

 

Molte di queste annotazioni si depositano e diventano CREDENZE. Le credenze sono opinioni che noi, più o meno consapevolmente, consideriamo valide. In base alle credenze orientiamo le nostre scelte di vita quotidiane, dall’accostamento dei colori negli abiti fino alla scelta del compagno di vita. Decidiamo di cosa avere rispetto e di cosa avere paura, cosa amare e cosa evitare, ed anche oltre.

A forza di passare attraverso gli eventi, le vite, gli incontri e… gli scontri, il nostro archivio di credenze cresce sempre di più, soprattutto quando queste esperienze hanno delle caratteristiche comuni fra loro. Come una bacheca piena di post-it, ci ricordano che… su alcune lezioni evolutive dobbiamo tornarci su, perché non sono ancora del tutto chiare.

Ecco il motivo (nonché la dimostrazione che il karma esiste), per cui torniamo e ritorniamo sugli stessi problemi: per risolvere i sospesi e liberare spazio nella nostra scatola delle emozioni!

 

 

Esistono prove che il karma esiste-3

dualità

 

Le prove che il karma esiste siamo noi

In questo grande guazzabuglio di sospesi che è il nostro inconscio, spesso è difficile distinguere le lezioni importanti da quelle secondarie. Per poter crescere e diventare persone migliori, occorre affrontare e risolvere le esperienze, trasformandole in insegnamenti.

Questo significa “evolvere”.

Ma quale e quanta parte del nostro passato (recente e remoto), andrebbe semplicemente eliminata e basta, e quanta invece conservata, per evolvere ancora? Questo non ci è dato saperlo, o forse non siamo ancora abbastanza stanchi di lottare contro le ombre, tenendo così in vita la sofferenza.

Se siamo in cerca di prove che il karma esiste, non dobbiamo andare lontano, anzi le possiamo trovare guardandoci allo specchio. Siamo noi: è la nostra storia.

 

 

Altri articoli:

Alchimia femminile

Massaggio di Iside