Reiki master: come diventarlo senza conseguenze negative

,
reiki-master-1

In questo articolo ti spiego come diventare Reiki Master, senza rischiare disequilibri nel tuo qi (forza vitale), e ti illustro il relativo percorso formativo di estrema importanza.

Per parecchi anni mi sono dedicata ad attivare il Reiki nei GRUPPI IN AULA. E’ stata un’esperienza che mi ha portata ad un contatto molto profondo con l’energia e l’anima delle persone. Ho preparato primi livelli, secondi livelli e numerosi master. 

Ho conseguito una formazione abbastanza completa, in quanto ho ricevuto le attivazioni in più di un sistema Reiki. Ho anche seguito tutto l’iter di 18 attivazioni per il cosiddetto “Gran Master”. Ma nel mondo del Reiki noto una grande, pericolosa lacuna, di cui sto per parlarti.

I master reiki, troppo spesso, non curano il radicamento nel corpo

In generale, in parecchi percorsi di studio sul reiki (mi riferisco soprattutto quelli un po’ “datati” nei quale sono confluiti gli studenti della mia generazione), abbiamo ricevuto un imprinting negativo nei confronti del corpo e della materia.

L’idea che l’essere umano deve aspirare ad ascendere alla quinta dimensione, era accompagnata da una sorta di disprezzo per gli aspetti materiali della vita.

La conseguenza principale è stata che raramente i master reiki hanno avuto cura del proprio equilibrio psicofisico, del movimento e del flusso di qi nei meridiani, pensando che il reiki avrebbe “magicamente” risolto tutto. Cosa che, evidentemente, non è successa, considerando che molti hanno avuto un peggioramento della salute mentale, causata dall’eccesso di qi “in alto”.

Infatti, se c’è una cosa deleteria per l’equilibrio psicofisico generale, è proprio l’atto di causare un disequilibrio forzato, un eccesso voluto e perpetrato nel tempo, che non può che danneggiare gravemente l’armonia dei cinque elementi nel corpo.

Che cos’è il radicamento?

Con il termine di “radicamento” si intende la messa a terra del nostro impianto energetico. Il principio è lo stesso dei nostri impianti elettrici di casa: se non c’è il cavo che permette di scaricare a terra l’eccesso di elettricità, si corre il rischio di morire folgorati.

Un risultato analogo, in termini energetici e spirituali, si ottiene se una persona pratica continuamente le tecniche energetiche, senza mai fare della vera attività fisica come camminare a lungo, svolgere lavori manuali, fare ginnastica, ecc.

La corretta proporzione dovrebbe essere di 1:1, cioè per ogni minuto di attività energetica o spirituale occorre dedicarsi ad un minuto di attività fisica.

Molti reiki master ritengono che sia sufficiente svolgere esercizi di visualizzazione per il radicamento, ma non è così (o perlomeno non è sufficiente): PER RADICARSI NEL CORPO FISICO E’ NECESSARIO LAVORARE CON IL CORPO FISICO.

 

reiki-master-8

corpo energetico

 

Percorso Reiki Completo informazioni

 

Gli effetti della mancanza di radicamento nei master reiki… ed anche non

Ti chiederai quali possano essere i danni che derivano dalla mancanza di contatto con l’energia della materia, così ho pensato di elencarne alcune, che sono le più frequenti.

1 – Difficoltà a realizzarti nella materia

Abusando dell’energia “alta”, potresti perdere il contatto con la realtà. Alcuni master reiki (ma anche tanti praticanti di livello più basso), hanno sperimentato la povertà, la difficoltà a realizzarsi, la mancanza di senso pratico e di organizzazione… Tutto ciò deriva dalla mancanza di energia nel primo Dantian (area del bacino).

2 – Alterazioni del carattere

La carenza di energia jing, determina, con l’andare del tempo, delle forme di depressione.

Dopo un primo periodo di euforia dovuto all’energia di alta vibrazione (quindi veloce e stimolante), che fa sentire allegri e potenti, il corpo accusa il colpo. Non riuscendo più a sostenere la velocità vibratoria, inizia a cercare di abbassarla. Non si può vivere sempre in stato yang, è necessario anche lo yin per il riposo e la ricarica. Da qui i frequenti cali di umore.

Inoltre il carattere diventa instabile, alternando momenti di repentino “eccesso in alto” (le quali possono determinare sovraccarichi emozionali ed isteria), a momenti decisamente “giù”.

 

 

Percorso Reiki Completo informazioni

 

3 – Incapacità a mantenere relazioni armoniose

I master reiki, se non hanno il controllo del loro qi, manifestano un eccesso di energia fuoco, che è l’elemento dell’apertura spirituale. L’eccesso di fuoco, tuttavia, determina (oltre alle conseguenze illustrate nei punti precedenti), senso di superiorità spirituale e narcisismo.

Il motivo per cui, per molti anni, ho sospeso l’insegnamento in aula, è stato esattamente questo: la constatazione che a volte comparivano nelle persone i sintomi dell’eccesso di fuoco. Mi accorgevo che in in qualche caso (fortunatamente non tutti), la loro vita subiva un contraccolpo, alcuni addirittura si separavano dai coniugi con la giustificazione “non è spirituale quanto me”.

L’esuberanza incontrollata del fuoco è anche il motivo per cui alcuni insegnanti spirituali, ad un certo punto del loro percorso, adottano comportamenti inappropriati verso i loro allievi/allieve.

Come intraprendere un percorso come master reiki senza conseguenze pericolose

Nel caso in cui tu voglia intraprendere un percorso che ti porterà a diventare Reiki Master, per prima cosa rivolgiti ad un insegnante che abbia i piedi bel saldi per terra. Troppa spiritualità è negativa quanto l’eccesso di materialità: l’equilibrio fra energie yin e yang è necessario in ogni situazione.

Se invece riconosci di aver manifestato alcuni sintomi da eccesso di fuoco, potrai risolverli abbastanza in fretta introducendo una pratica sportiva, o comunque del movimento, nella tua routine quotidiana.

Dedicati ad un lavoro manuale e fai molti esercizi di respirazione, per eliminare tutte le tossine che gli esercizi energetici producono nel corpo.

 

Diventare insegnante di reiki 

Trasmettere il livello Reiki Master (insegnante) è rimasto per me un piacere e lo faccio con grande felicità. Quando una persona accede al master, si impegna a diffondere la disciplina con etica e rispetto: un passaggio molto delicato che va affrontato al momento giusto.

Non tutti ricevono il master per poi insegnare. Qualcuno lo desidera unicamente per una sua crescita personale. So che in molte Scuole, ormai, vengono divisi il Terzo livello ed il Master, ma personalmente sono rimasta fedele alla prima versione di Reiki che è arrivata in Italia: con il Terzo Livello si diventa Reiki Master.

Usui stesso non ha mai suddiviso dei livelli, trasmetteva il metodo completo anche in una sola volta. Successivamente gli eredi della Scuola hanno sistematizzato lo studio per uniformarlo alla mentalità tipicamente occidentale, ma ritengo che tre livelli siano sufficienti, per questo rimango sulla linea che è stata proposta per prima.

 

Reiki-master-2

mani nel trattamento di reiki

 

Percorso Reiki Completo informazioni

 

Percorso di studio per raggiungere il Reiki Master

Per spiegarti meglio il percorso di studio a distanza che ho strutturato per conseguire il Masterato di Reiki, ho realizzato per te una breve audio-conferenza, che ti invito ad ascoltare cliccando qui sotto:

 

 

Come hai potuto ascoltare, diventare insegnante è un percorso affascinante, ed io ti guiderò perché la tua formazione si svolga nel modo più completo possibile: ti darò tutti gli strumenti indispensabili per essere un buon Insegnante di Reiki.

Come Reiki Master avrai l’opportunità di organizzare corsi e sessioni individuali, ed il tuo lavoro sarà non solo spiritualmente profondo, ma anche ottimizzato dal punto di vista del metodo.

Non rimandare oltre questo grande salto di qualità nella tua vita e nel tuo sentiero spirituale. Ti aspetto tra i miei studenti a distanza :) Il meglio di te è ciò che puoi dare ora.

 

Se desideri un percorso personalizzato, contattami. 

 

 

LEGGI ANCHE:

Cosa sono le attivazioni energetiche? Chi può riceverle o trasmetterle?