Blog

Ruota di Medicina : un’esperienza sciamanica

Inviato da:

Se ti piace, condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La ruota di medicina sciamanica: ecco come intraprendere un percorso di ricerca personale e di consapevolezza. E’ ciò che ha fatto Jessica, nel suo cammino per il risveglio del femminino.

Il suo progetto è quello di creare percorsi dedicati alle donne, e la ruota di medicina è stato uno degli step di formazione affrontati con me.

La Ruota di Medicina: il racconto di un’esperienza

Quella che leggerai è la sua verifica finale del corso. Mi è sembrato bello condividerla (lo faccio con la sua autorizzazione), perchè Jessica si lascia sempre molto “andare” nelle sue sperimentazioni.

Si affida all’energia e riceve gli insegnamenti che il suo Sè creativo invia alla mente. Questo è il fine di un uso concreto della Ruota di Medicina sciamanica.

Non solo riti e momenti di distacco dal mondo, ma anche, anzi prima di ogni altra cosa,  un ingresso nella profondità del proprio essere, con tutte le sue sfaccettature e difficoltà.

Ecco il racconto della sua esperienza.

 

Test Finale

Jessica Iatarola
Coach : Deborah Nappi
Titolo corso : LA RUOTA DI MEDICINA – 18 ottobre 2018

L’applicazione della Ruota – Esperienza personale

In Settembre qui le giornate sono ancora buone per andare in spiaggia.

Io e mia figlia stavamo giocando ancora vestite al ridosso della riva quando mi saltarono all’occhio due bellissimi sassi levigati; erano in una posizione particolare, sembravano stati messi in quella posizione da qualcuno.

Col cellulare alla mano, incuriosita, aprii la bussola e con mio stupore segnavano esattamente l’uno l’Ovest, l’altro il Sud. Li portai a casa, sicura che la magia del tuo libro fosse intervenuta.

Ruota di medicina 2 la ruota di JessicaAvevo finalmente trovato altri due sassi per la mia ruota di medicina. Meditai a lungo con tutte le mie pietre in mano, le nuove e quelle raccolte nel tempo, scansionando man mano per essere sicura che avrebbero voluto appartenere alla mia ruota di medicina e alla direzione assegnata.

È stata una splendida esperienza “selezionare”: qui ti posto anche una foto che scattai quella stessa mattina, una volta trovate le pietre giuste e una volta fatto il rito di purificazione con gli elementi.

Leggi anche
Kundalini: scopri come risvegliare la tua energia vitale

 

La mia ruota era pronta. L’intenzione formulata davanti a lei è stata : Guidami affinché io possa determinare nel modo giusto il raggiungimento del mio valore nel mondo, l’abbondanza economica come guida e coach spirituale, con la quale sempre più persone hanno piacere di lavorare.

L’esercizio che ho deciso di effettuare per capire i blocchi e determinare questo mio intento è quello da te descritto anche come metodo per aiutare gli altri, scansionando man mano tutte le direzioni e ripartendo poi dal centro.

Questo è quello che è emerso, ciò che ho riscritto in bella copia dalle mille frasi, parole e domande che le direzioni mi hanno portato:

 

EST

L’attrazione è stata simile ad una calamita, è venuto su il pianto, alla mente sono arrivate le mie credenze limitanti, quelle che pensavo di aver rilasciato con il Reiki,

Le ho visualizzate come un mucchietto di spazzatura, quindi qualcosa ora so che è ancora lì. Una voce maschile, che era dapprima il verso di una tortora, mi ha posto la domanda : perché pensi sia troppo tardi?

SUD 

il profumo della pineta, del mare, del mio amato campeggio estivo, unico luogo dove mi sono sempre sentita me stessa al 100%. Mi sono sentita un tutt’uno con la direzione, mi sono accorta che stavo dondolando mentre scrivevo quello che arrivava.

Questa direzione mi ha rivelato che mi sono maltrattata nel tempo, non ho avuto fiducia nelle mie grandi capacità e mi sono fatta coinvolgere da ciò che gli altri, che i miei compagni pensavano di me.

Mi sono arrivate le immagini della mortificazione, quando la mia professoressa portava in giro per le classi il mio compito perfetto di storia, di italiano, e io invece di essere fiera di me, mi guardavo intorno mortificata, in colpa per gli altri compagni. Provavo mortificazione invece che felicità per il mio impegno.

OVEST

Sono tornata al centro e una volta uscita da quei ricordi sono andata verso l’Ovest chiedendo : Cosa penso della mia realtà? Provo qualcosa di sbagliato e squilibrato dal momento che non ho ancora manifestato a pieno la mia intenzione?

Mi è tornato alla mente un sogno particolare che feci qualche tempo fa : ero sola in un giardino splendido quando ho notato che una tigre mi stava fissando. Impaurita sono tornata dentro casa e sono rimasta chiusa fino all’arrivo dei padroni del giardino che per niente scossi mi hanno spiegato che si trattava di una tigre buonissima.

Mentre eravamo seduti a perdere un the, la tigre è entrata dalla finestra della cucina assieme al suo cucciolo. Mentre il cucciolo saliva sul tavolo per farsi coccolare dai padroni, la tigre si era posizionata di spalle davanti a me come a proteggere il cucciolo, guardandomi con il filo dell’occhio.

Allungai una mano per accarezzare il cucciolo ma lei mi guardò male, ringhiò e offesa uscì assieme al piccolo. La padrona mi disse che non avrei dovuto toccarlo subito perché non mi conosceva ancora.

La direzione dell’Ovest mi ha fatto comprendere che ancora non mi fido ciecamente delle mie intuizioni e che sottovaluto i miei sogni rivelatori.

 

In questo sogno, Jessica ha avuto un “incontro ravvicinato” con uno dei suoi animali totem (guide interiori), ma è ancora presto per abbracciarne completamente l’essenza. Ciò avverrà presto. 

 

NORD

Ho sentito di nuovo il verso della tortora e ho visualizzato la parola ASCOLTARE, scritta in stampatello nero. Sul quaderno, per questa direzione, ho riportato anche le parole panico e carburante: il panico che blocca e il carburante che invece fa andare avanti.

Ogni giorno per 30 giorni mi sono seduta a terra e ho contemplato e messo in ordine tutto quello che è arrivato in base alla mia intenzione : le direzioni mi hanno rivelato che ancora c’è della “sporcizia” in me.

Qualche giorno dopo la meditazione con la ruota ho iniziato ad avere problemi alle labbra, un herpes mi si è diffuso per tutto il labbro superiore e i segni che mi sono arrivati attraverso pubblicità, titoli di libri, conversazioni ascoltate in giro, parlavano di latte.

I latticini in generale mi hanno sempre dato fastidio, sin da bambina. Ma non ne sono risultata allergica. In gravidanza, ad esempio, sono stata costretta ad eliminarli del tutto perché mi procuravano coliche.

Sono stata stimolata a bere di più a mangiare ancora più frutta e verdura e ad eliminare di nuovo del tutto i latticini. Ad oggi, dopo un mese e poco più se guardo solamente il parmigiano mi prudono le labbra.

 

Ogni giorno mi guardo allo specchio e mi ripeto : ORA SO PRENDERMI OGNI MERITO. ORA MI PERMETTO DI ACCETTARE OGNI COMPLIMENTO, OGNI GRATIFICA PERCHÉ SO FARE IL MIO LAVORO E LO FACCIO CON MERAKI (mettendoci dentro la mia essenza, il mio cuore).

Ho capito che devo fidarmi del mio intuito per me stessa. Riesco ad aiutare gli altri, credo fermamente alle intuizioni per gli altri e le comunico, riesco a sbloccare sin dal primo consulto tarologico delle credenze limitanti e poi per me stessa non penso sia vero ciò che sento?

Ora sto maturando la certezza che quello che sento è realtà, ho potere.

Ho finalmente capito quelle due parole : panico era relativa al mio panico (nonostante io non sia una persona timida) di aprirmi alle chiamate video, di fare dei video di spiegazione, di parlare di più invece che di scrivere sempre i miei post sui social.

So che il carburante per la manifestazione della mia intenzione è questo! Farmi vedere di più!.

 

ruota di medicina 3

Conoscersi meglio attraverso la Ruota di Medicina

Questa è solo una parte della verifica finale di Jessica, l’altra parte riguarda il lavoro svolto con una cliente-amica, nell’affrontare una tematica molto personale di quest’ultima.

La ruota di medicina non è solo “una bella esperienza di sciamanesimo“, perché in questo modo non riesce a fare la differenza: se viene utilizzata come vero e proprio strumento per conoscersi meglio, per accettare il proprio cammino e poter affrontare gli ostacoli, allora diventa un passaggio importante per cambiare la propria vita in meglio.

Tutti noi siano su una strada di sperimentazione: lezioni, stimoli, passaggi più o meno facili costellano la nostra vita da quando veniamo al mondo fino alla fine.

Non possiamo evitare in nessun modo, nonostante la ricerca spirituale, di incontrare i problemi. Ma possiamo utilizzare gli strumenti a nostra disposizione, per superare meglio gli ostacoli e le sfide che troviamo davanti ai nostri piedi, un giorno dopo l’altro.

Questo è ciò che fa la grande differenza.

 

 

[woo_product_slider id=”12895″]
0

Circa l'autore:

L'interesse per le discipline naturali è nato per eredità familiare: farne il mio lavoro è stato un "fuori programma", un mix che ha unito la passione per questi metodi e la natura di scrittrice. La spada giapponese mi trasmette la forza e la determinazione per non cedere alla pigrizia, ma sono le giornate di sole vento a caricarmi le batterie alla grande. Adoro fare formazione sia in aula sia a distanza, perchè imparo ogni giorno qualcosa di nuovo che arricchisce l'esperienza. Per questo un corso, anche se si ripete, non è mai totalmente identico al precedente.
Contact slider
close slider
    Trattamento dei dati personali sul sito.
error: Questo contenuto è protetto da copia!