Articoli marcati con tag 'crescita personale'

Come sentirsi bene con se stessi – la Ruota di Medicina

Inviato da:

Sentirsi bene e stare bene con se stessi, è uno degli obiettivi che, indistintamente, uomini e donne si pongono nella vita, o meglio: arrivati ad un certo punto della propria vita.

Perchè quando si è giovani, la vita appare così prepotente che non c’è nemmeno il tempo di porsi domande così profonde. Gli anni che abbiamo davanti sembrano tendere all’infinito, rendendoci invincibili.

Quando si è troppo giovani per guardarsi dentro con assoluta sincerità, si pensa sempre, o quasi, che sentirsi bene dipenda dagli altri, soprattutto dall’ “amore”.

Ma poi il tempo passa, e cominciamo a chiederci se siamo davvero felici, se tutti i problemi della vita ci hanno realmente resi più forti, o se ci hanno solo fiaccati.

Leggi tutto →

0

Ruota di Medicina : un’esperienza sciamanica

Inviato da:

La ruota di medicina sciamanica: ecco come intraprendere un percorso di ricerca personale e di consapevolezza. E’ ciò che ha fatto Jessica, nel suo cammino per il risveglio del femminino.

Il suo progetto è quello di creare percorsi dedicati alle donne, e la ruota di medicina è stato uno degli step di formazione affrontati con me.

Leggi tutto →

0

Il viaggio dell’eroe nella formazione dell’operatore olistico

Inviato da:

Durante le vacanze natalizie del 2017 ho rivissuto il viaggio dell’eroe. Ognuno di noi, parlo di chi porta avanti un progetto e lo costruisce giorno per giorno, si trova a vivere un viaggio interiore, spesso molto simile ad un’epopea.

A volte questo “viaggio” comporta molti sacrifici e cambiamenti a livello materiale: investimenti cospicui in termini di tempo, denaro ed energie personali.

Gli imprevisti e le nasate sono inevitabili, anche se ognuno cerca di fare del suo meglio per evitare gli errori.
L’errore è parte della vita, per questo ogni cambiamento esterno ti cambia anche un po’ dentro. Così, dopo anni, ti guardi allo specchio e devi fare conoscenza con una persona nuova.

Leggi tutto →

0

Le cose vanno sempre come devono andare: destino, coincidenze o scelte?

Inviato da:

Quante volte, nella vita, hai pensato che “alla fine le cose vanno sempre come devono andare”? Io centinaia, ma quasi sempre col senno di poi 🙂

Ti racconto un avvenimento recente, che mi ha insegnato il valore della sincronicità. La sincronicità è quel meccanismo secondo cui le cose capitano in un certo momento perchè … deve andare così. Trovarsi nel posto giusto al momento giusto, evitare un incidente… di sicuro puoi raccontarmi anche tu molte storie apparentemente incredibili, capitate a te o a persone che conosci.

Leggi tutto →

0

L’esperienza e le “regole non scritte” nelle Discipline Naturali

Inviato da:

Perchè parlare di esperienza? Qualche giorno fa ho ricevuto una mail da un simpatico 25 enne che mi ha chiesto un chiarimento, dopo aver letto in rete un po’ di tutto, senza ottenere risultati tangibili. La sintetizzo così: «Faccio meditazione perchè vorrei  riuscire a vivere meglio, ma la mia vita è rimasta uguale a prima. Mi potresti proporre un metodo che funzioni davvero?»
Leggi tutto →

0

Holly Fiori di Bach: la lezione della rabbia

Inviato da:

Holly – Fiori di bach: holly è un’essenza floreale che appartiene al sistema di Bach. La sua funzione primaria è quella di trasformare gradualmente la tendenza caratteriale del rancore in una forza positiva: quella del perdono. Ma vediamo nel dettaglio come avviene questo passaggio e perchè. Leggi tutto →

0

Test dei Fiori di Bach: è attendibile?

Inviato da:

 

Quale metodo scegliere tra Test dei Fiori di Bach e colloquio?

Nelle sedute di Fiori di Bach esistono due correnti:

> chi ascolta il cliente e le sue esternazioni, poi compila una lista di fiori adatta a lavorare sulla situazione evidenziata;

> chi usa carte, apparecchiature o test kinesiologico (chi addirittura il pendolo), e da questa lettura deduce la miscela dei fiori adatta al cliente.

Per quanto mi riguarda non ho dubbi: devono esistere entrambi.

Leggi tutto →

0

Realizzare i sogni. la Legge di Attrazione esiste e funziona: ma come?

Inviato da:

Come realizzare i propri sogni? Un desiderio che fiorisce nell’anima di ogni persona. Ma esiste la ricetta per riuscirci?

Oggi ti voglio raccontare un pezzetto della mia storia.

In particolare la storia di come ho pubblicato il mio primo libro.

Quando ci ripenso mi convinco sempre di più che la Legge di Attrazione esiste e funziona, ma non esattamente nel modo che viene presentato di solito.

Leggi tutto →

0

Terzo Chakra – Plesso solare: a quale gruppo di persone appartieni?

Inviato da:

TERZO CHAKRA / PLESSO SOLARE: LA TUA STRUTTURA DI BASE E’ DETERMINANTE NEL CREARE LA REALTA’.

terzo-chakra-4

Nelle discipline energetiche il plesso solare ( o terzo chakra, ovvero l’area situata in corrispondenza della bocca dello stomaco), è deputato a soddisfare la digestione emotiva e fisica, nonché l’elaborazione delle “reazioni” agli input esterni.

Ma esiste un particolare che divide le persone in due ulteriori grandi gruppi, in cui il flusso energetico del plesso si presenta in modo differente, dando origine a diverse esperienze e visioni della vita.

Ci sono persone che possiedono un plesso solare delimitato, con una forma stabile, ed altre che hanno un plesso solare non-delimitato.
A seconda del gruppo a cui appartieni, questo aspetto influenza la tua vita e le tue decisioni.

terzo-chakra-3

Diventa un operatore certificato nel riequilibrio dei sette chakra: accedi al corso base di OPERATORE ENERGETICO. Clicca sulla foto e visita la pagina

 

Il gruppo munito di un plesso solare ben delimitato

Questi individui hanno un personalità tendenzialmente stabile e definita. I confini del loro centro di energia sono nitidi.

A livello di identità presentano alcuni caratteri comuni:

> sanno quello che vogliono (o sono convinti di saperlo);
> sono poco condizionabili;
> interagiscono con gli altri in modo semplice;
> sono consapevoli dei loro desideri ed agiscono per realizzarli;
> difficilmente patiscono la folla, anzi a volte si divertono di più in gruppo;
> sanno difendersi con prontezza;
> non percepiscono su di sè il malessere degli altri ed il loro stato emotivo;
> hanno un carattere stabile;

> ecc.

Questo fa sì che il loro umore sia duraturo (sia in positivo sia in negativo), in quanto dipende esclusivamente da loro, dai loro pensieri e da ciò che pensano in prima persona.
Alcuni di loro si arrabbiano spesso, ma si tratta di un’affermazione del proprio spazio: una volta ristabilito il “confine” torna il sereno.

Sono persone munite di una buona capacità nel modellare la realtà esterna in base ai propri bisogni, quindi se stabiliscono degli obiettivi e li coltivano, hanno ottime probabilità di realizzarsi ed avere successo.

 

Terzo chakra

Vampiro energetico: se ti “aggancia” il problema sei tu. clicca sulla foto e leggi il post

A seconda del carattere, questa capacità può essere applicata anche sulle persone. Quando non è presente una forte etica di fondo, infatti, la potenza manipolativa unita alla personalità decisa ed affermata può trasformars

i (in modo consapevole oppure no),  in un mezzo per assoggettare gli altri, condizionarli, creare dipendenze mentali o affettive, al fine di soddisfare le proprie necessità o il proprio ego.

Utilizzato in senso positivo, invece, questo aspetto può rappresentare un mezzo per portare nel mondo il seme dell’equilibrio verso la crescita e l’evoluzione.

Leggi tutto →

6

I miei ex sensi di colpa: autoanalisi senza veli

Inviato da:

I sensi di colpa hanno ostacolato la mia vita per molto tempo, soffocando tutte, o quasi, le opportunità ed i relativi risultati; ma hanno anche “manomesso” alcune delle mie più sincere aspettative. I sensi di colpa inibiscono la tranquillità della persona, provocano ansia, annullano l’autostima, ed è davvero un problema quello di evitare di ripetere gli errori (gli stessi errori); come dire… sono “recidivi”.

Penso di esserci nata con i sensi di colpa, facevano parte del pacchetto in dotazione, insieme al DNA. Non ricordo nemmeno un giorno libero dalla mia “vocina mentale” irritante, che mi accusava sempre ed incessantemente di qualcosa.Per buona parte della mia vita, ogni decisione che prendevo era in funzione dei miei sensi di colpa.

 

Ad esempio nel fare le cose, nelle soddisfazioni raggiunte, nei progetti e nei vari aspetti della quotidianità concernenti sia l’ambito lavorativo che quello delle relazioni interpersonali.Ogni qualvolta nella mia testa provava a farsi strada una nuova idea, puntualmente la autodistruggevo, come se ciò fosse “giustificato” dal riuscire a realizzarla.
Stesso discorso per ogni successo, da me subito archiviato.

 

Leggi tutto →

0
Contact slider
close slider
    Trattamento dei dati personali sul sito.
error: Questo contenuto è protetto da copia!